Orbea Teams

La Fundación Euskadi festeggia i suoi 25 anni con l'ambizione di tornare al ciclismo di élite

2018-01-15

La Fundación ha presentato la sua entusiasmante nuova tappa con un obiettivo chiaro: tornare a emozionare i fan di Euskadi nelle migliori gare del mondo, con una squadra composta integralmente da ciclisti formati nella Fundación.

In un atto tenutosi nell'Azkuna Zentroa di Bilbao, la Fundación ha presentato la sua entusiasmante nuova tappa con un obiettivo chiaro: tornare a emozionare i fan di Euskadi nelle migliori gare del mondo, con una squadra composta integralmente da ciclisti formati nella Fundación.

“Entusiasmo”. “Passione”. “Giovani promesse”. “Ambizione”. Queste sono state le parole più ripetute durante l'evento che si è svolto questo lunedì presso l'Azkuna Zentroa della capitale biscaglina e che, al tempo stesso, è servito per celebrare i 25 anni della Fundación Euskadi e inaugurare la stagione del suo team, che quest'anno gareggerà nella categoria Continental.

All'atto hanno partecipato importanti rappresentanti istituzionali tra cui il Direttore di Sport del Governo Basco, Jon Redondo, il Deputato di Cultura, Turismo, Gioventù della Deputazione Forale di Guipúzcoa, Denis Itxaso, il presidente del Gipuzko Buru Batzar, Joseba Egibar, o il sindaco di Bilbao, Juan Mari Aburto. Erano presenti anche i massimi rappresentanti delle aziende basche che si sono impiegante con maggiore impeto nella promozione di questo progetto: il direttore generale di Orbea, Jon Fernández, e il fondatore e proprietario di Etxeondo, Paco Rodrigo.

Inoltre, hanno voluto sostenere questa nuova tappa della Fundación Euskadi rilevanti personalità del mondo del ciclismo come il direttore generale della Vuelta a España, Javier Guillén, ex ciclisti legati alla Fundación come Roberto Laiseka, Iban Mayo o Haimar Zubeldia e sportivi baschi come l'alpinista Alberto Iñurrategi o il calciatore Asier Illarramendi.

L'evento è stato molto emotivo, soprattutto per il riconoscimento dell'impegno di tutte le persone ed entità che hanno reso possibile il lavoro svolto dalla Fundación Euskadi in questi quasi 25 anni. In particolare, la figura di Miguel Madariaga, che è stata l'anima della Fundación per oltre due decenni e che, in questa nuova tappa, passa il testimone a Mikel Landa, nuovo presidente della Fundación Euskadi dallo scorso settembre.

Jon Fernández, direttore generale di Orbea, ha ricordato lo stretto legame del marchio con il progetto della Fundación Euskadi fin dalla sua nascita: “In questi 25 anni, Orbea è sempre stata lì. Significhiamo la garanzia che Orbea ha sostenuto, sostiene e sosterrà la Fundación Ciclista de Euskadi”.

Dopo aver ripassato le traiettorie parallele della Fundación e di Orbea come due progetti che sono cresciuti da valori e radici fortemente legate al nostro territorio, Jon Fernández si è rivolto a Mikel Landa per affermare che “abbiamo già reso realtà una volta l'utopia di una squadra di ciclisti baschi che gareggiano allo stesso livello delle grandi squadre internazionali, e la renderemo di nuovo possibile. Hai la nostra garanzia”.

Patxi Rodrigo, direttore di Etxeondo, ha invece rilevato l'“ambizione” del progetto della Fundación Euskadi in questa nuova tappa: “Riportare il ciclismo basco alle vette dove dovrebbe sempre stare”. Vette quali Alpe d´Huez o Luz Ardiden, che una volta si sono tinte di arancione, il colore che per molti anni “ha riempito i cuori dei fan baschi”.

L'ambizione è di “rivivere quel sogno”: “Sappiamo che non sarà facile”, ha confessato Patxi Rodrigo, chiedendo il “sostengo di tutti”: “Il fragore della ‘Marea arancione’ sarà indispensabile. Istituzioni, aziende, sappiamo che sarete lì, perché insieme siamo più forti”, concludeva.

Infine, Mikel Landa ha ricordato i motivi che l'hanno portato ad assumere la presidenza della Fundación: “Promuovere il ciclismo basco e restituire alla Fundación Euskadi tutto quello che mi ha dato”. Il nuovo presidente della Fundación Euskadi ha manifestato il suo desiderio di “contagiare l'entusiasmo di questo progetto” a tutte le persone, aziende e istituzioni che vorranno collaborare. “Non mi immagino un ciclismo senza la Fundación Euskadi”, ha affermato.

Mikel Landa ha voluto ringraziare tutte le persone – “fondatori, soci, ciclisti, aziende, istituzioni...”- che in questi 25 anni hanno consentito a ciclisti formati nella Fundación Euskadi di eccellere nelle migliori competizioni del mondo: “Sogno di rivedere la Fundación Euskadi al più alto livello”, ha concluso.