Orbea

Poker di assi

2016-06-24

Con Occam, Loki e Rallon abbiamo ottenuto il massimo punteggio nei test svolti dalle esigenti riviste tedesche Bike, Freeride e Mountain Bike. È proprio una mano vincente!

Il lavoro svolto negli ultimi quattro anni nella categoria MTB ci ha portato a posizionarci come uno dei marchi più considerati dai biker. Per questo sentiamo un'enorme soddisfazione quando le più rigorose riviste della Germania, come Bike, Freeride e Mountainbike, ci premiano con i loro più alti riconoscimenti.

Occam TR H10 Vincitrice del test e bici consigliata da BIKE

La rivista tedesca Bike, una delle più prestigiose d'Europa, ha conferito alla Occam TR H10 la qualificazione di "Sehr Gut" (ottimo), la più alta concessa da tale pubblicazione, mettendo in risalto la sua geometra “moderna, le differenti configurazioni e una grande maneggevolezza. Una scommessa sicura!”

Il cuore di questo modello è il brillante ammortizzatore Fox, che utilizza alla perfezione i suoi 120 mm di corsa, rispetto ai tanti concorrenti che ne hanno di più. Non si deve poi dimenticare la moderna geometra con foderi corti (grazie al Boost), la lunghezza del tubo orizzontale e un perfetto angolo frontale che dà un'eccellente sensazione sulle discese, così come la posizione del tubo del sellino che dota la bicicletta di grande comodità pedalando sulle salite”, riassume la rivista.

Bike evidenzia inoltre che il Reggisella Digit garantisce “una posizione perfetta, velocemente e in modo molto intelligente”. A ciò si aggiungono le grafiche e i colori, che rendono questa Occam “la bici favorita di tutto il team di prova”.

Occam AM H10 Massimo punteggio sulla rivista BIKE

“La Occam AM è una bicicletta cool e molto ben equipaggiata per l'All Mountain, destinata a un rider ambizioso ed esperto”, assicura Bike riferendosi a un modello che erano ansiosi di provare, dopo che la Occam TR ha battuto le 29er nel loro test.

Per questo periodico tedesco, “come nella TR, il boost posteriore consente delle basi più corte e una geometria più compatta. Il telaio AM sembra stilizzato come il TR, ma è leggermente più pesante. Per quanto riguarda le specifiche della bici, la proposta di Orbea si basa su eccellenti sospensioni di Fox, cambio XT e copertoni dalla grande tenuta. Invece di un reggisella telescopico tradizionale, Orbea monta il reggisella Digit, con un grande risultato”.

Rallon X Team 9,5 su 10 in FREERIDE

La rivista Freeride si è innamorata di questa bicicletta da enduro. E fornisce molte ragioni: “la sua moderna geometria, un tubo orizzontale lungo, un angolo di sterzo retto o dei foderi più corti rispetto ad altre bici simili. Una combinazione che funziona benissimo”.

I vantaggi sono immediati, a giudizio della rivista, poiché questa Rallon permette di pedalare “comodamente, senza sentire la bici voluminosa”. “La Rallon X Team accelera rapidamente e si maneggia perfettamente sulle curve e ad alta velocità, anche su terreni accidentati”, aggiunge.

La forcella lavora in modo eccellente -come è già stato dimostrato in molti test- e fornisce una guida morbida, anche sui tracciati più duri. Senza dimenticare l'asse posteriore, con un nuovo standard Boost che funziona in modo fluido con l'ammortizzatore e rende la Rallon una buona candidata a qualche medaglia nella nostra lista di migliori biciclette da downhill”. Per concludere: “In poche parole, si tratta di un modello veloce, pratico e duro. Questa Rallon è molto più orientata alle discese, senza perdere nessuna delle sue prestazioni. In una frase: enduro superiore, con buone finiture e una sospensione ben progettata”.

Loki HLTD Vincitrice del test per MOUNTAINBIKE

Una maneggevolezza fantastica, grandi componenti e un sacco di divertimento su ogni tipo di terreno”. Questa è la descrizione di Mountainbike della nostra Loki HLTD, bici a cui conferiscono una qualificazione di “Sehr Gut” il voto più alto dei loro test.

I componenti di questa bici sono decisamente migliori rispetto a quelli delle sue concorrenti e, nonostante siano di alto livello, il peso è inferiore ai 13 kg. La cosa davvero incredibile è però la geometria della bicicletta con gli pneumatici plus, che si traduce in una splendida esperienza quando si pedala: è scorrevole e agile al tempo stesso. Su un terreno ‘normale’ o una discesa rapida, per trail zeppi di pietre o radici, la Loki risponde in modo eccellente. È magnifica”, dichiarano.